Origini del Metodo

Le idee, le scoperte, le intuizioni di molti personaggi sono confluite nell'attuale Seminario Base di Psicocibernetica Applicata.

PHINEAS PARKHURST QUIMBY (1802-1866) 

È principalmente noto per la sua teoria circa la guarigione mentale, secondo la quale le malattie sarebbero causate da credenze errate mentre uno schema di pensiero corretto permetterebbe la guarigione. È considerato come il precursore del movimento del New Thought, al quale avrebbero poi contribuito numerosi dei suoi allievi.

Quimby si convince dunque che la semplice fede nella guarigione è in grado di guarire ogni malattia. Ne deduce come corollario che il pensare alle malattie finisce col deteriorare la salute. Quindi secondo Quimby non solo esistono della malattie psicosomatiche, ma tutte le malattie hanno questa origine. In risposta alla domanda "la malattia nasce da un pensiero?" Quimby scrisse:

"Rispondo che è così, in quanto un individuo è ciò che egli pensa di essere, ed egli è malato poiché pensa di esserlo. Se sono malato, lo sono perché le mie sensazioni sono la mia malattia, e la mia malattia è il mio convincimento, e il mio convincimento è mentale. È per questo che tutte le malattie sono mentali (...) per guarire una malattia bisogna correggere l'errore; e poiché la malattia è ciò che consegue all'errore, distruggetene la causa e l'effetto cesserà". - Phineas Quimby, Complete Writings, 3:197

Quimby rigetta quindi l'intera scienza medica del suo tempo, che egli ritiene frutto dell'ignoranza e delle più basse superstizioni, ritenendo i medici incapaci di guarire veramente i loro pazienti. Anzi, costoro aggraverebbero spesso le malattie che cercano di trattare in quanto spingono il paziente a credere nella loro realtà. Una famosa affermazione di Quimby sosteneva che "nove malati su dieci sarebbero sani se la facoltà di medicina venisse abolita". Quimby criticava anche l'operato dei preti e dei pastori, i quali sarebbero fonte di malattie attraverso la loro predicazione basata sul concetto di peccato e sul senso di colpa.

Nel 1859 apre uno studio a Portland, nel Maine, dove negli ultimi otto anni della sua vita tratta oltre 12000 pazienti, applicando il metodo che egli definì "sistema Quimby".

William Walker Atkinson (1862 - 1932 )

è uno degli esponenti più affascinanti e misteriosi del Nuovo Pensiero. Avvocato, ricercatore, grande studioso della filosofia orientale e delle pratiche esoteriche connesse.

William Walker Atkinson A nome suo ha pubblicato La straordinaria forza di Attrazione dei Nostri Pensieri, un best seller e capolavoro tra i libri che trattano il tema della legge dell'attrazione. Altro pseudonimo ricorrente con il quale ha scirtto anche Magnetismo personale è Theron Q. Dumont.

A seguito di una profonda crisi personale e spirituale, si avvicinò alla scuola del New Thought (Il Nuovo Pensiero) che insegnava come raggiungere un perfetto stato di salute, di benessere e di felicità attraverso il controllo dei propri pensieri e delle proprie aspettative nei confronti di un Principio Divino positivo e benevolente.

Nella maggior parte dei libri scritti come Yogi Ramacharaka, emerge il tema della necessità insita nell’uomo di riappropriarsi del corpo e della salute, prima di poter procedere verso livelli di conoscenza più elevata.

Questa tematica, riscontrabile anche nei rari testi occulti che trattano la cosiddetta fine della malattia sulla Terra, diventa dominante nel pensiero di Atkinson/Ramacharaka al punto che, nel 1906, raccolse in un unico testo, La Guarigione psichica, tutte le tecniche di guarigione di cui era venuto a conoscenza.

EMILE COUÈ (1875-1926) 

Émile Coué de la Châtaigneraie è stato uno psicologo e farmacista francese che ha introdotto un metodo popolare di psicoterapia e di miglioramento personale basato sull'autosuggestione. Creatore di un metodo 

basato sulla ripetizione cosciente di frasi positive. 

Questo tipo di autosuggestione praticata al mattino e alla sera influisce positivamente sulla sfera psicofisica di chi l'adotta. 

Celebre la sua frase: "Ogni giorno, e in ogni maniera, io vado di bene in meglio". A differenza di una credenza comunemente diffusa che la forte volontà cosciente costituisce la strada migliore per il successo, Coué sosteneva che curare alcuni dei nostri problemi richiede un cambiamento nel nostro pensiero inconscio, che può essere ottenuto solo usando la nostra immaginazione.

Pur sottolineando che non era principalmente un guaritore, ma uno che insegnava agli altri a guarire se stessi, Coué ha affermato di aver effettuato cambiamenti organici attraverso l'autosuggestione.

IVAN PETROVIC PAVLOV (1849-1936) 

Medico fisiologo russo il cui nome è legato alla scoperta del riflesso condizionato, da lui annunciata nel 1903. Tale scoperta consentì di applicare i metodi obbiettivi della fisiologia allo studio dei processi nervosi superiori. Pavlov giunse a questa scoperta mentre, utilizzando cani, svolgeva ricerche sulla digestione: già in questo campo diede contributi così importanti da meritarsi il premio Nobel per la Medicina e la Fisiologia del 1904.

EDGAR CAYCE (1877-1945) 

Personaggio dalle straordinarie capacità psichiche. 

Si autoponeva in uno stato di trance dal quale dava risposte alle più svariate domande e facendo profezie di eventi futuri. 

Oggi l’A.R.E. (Association for Research and Enlightenment, Inc.), associazione creata da Edgar Cayce nel 1931 a Virginia Beach, in Virginia, possiede nella sua biblioteca, a disposizione del pubblico, 14.306 letture realizzate da Cayce su svariati temi.

JOHANNES HEINRICH SCHULTZ (1884-1970) 

Neurologo e psichiatra, creatore del Training Autogeno. L'obiettivo di Schultz, quando pensò a questo tipo di terapia, era quello di rendere il paziente meno vincolato al terapeuta e divenire lui stesso, in prima persona, autore del proprio miglioramento e del proprio benessere. 

Con il termine Training Autogeno (T.A.) Schultz definì un metodo di autorilassamento attraverso la concentrazione mentale, il quale consente di alleviare tensioni sia psichiche che corporee.

 

HANS HUGO BRUNO SELYE (1907-1982) 

È il padre del moderno concetto di stress.

I suoi esperimenti consistevano nell'iniettare quotidianamente una sostanza a dei ratti per testarne gli effetti, e su questi animali aveva poi riscontrato:

  • Ulcere peptiche
  • Atrofia dei tessuti del sistema immunitario
  • Ingrossamento delle ghiandole surrenali

Gli stessi sintomi si potevano riscontrare anche nei ratti in cui era stata iniettata quotidianamente una soluzione fisiologica (innocua).

Questi animali avevano in comune solamente il fatto di aver subito quotidianamente delle iniezioni, quindi i sintomi che presentavano potevano essere una risposta dell'organismo ad un fattore esterno. Selye cercò di dimostrare la sua tesi sottoponendo gruppi di topi all'esposizione a temperature molto elevate o molto basse, a tossine, rumori forti e agenti patogeni. Effettivamente furono riscontrati gli stessi effetti.

Il termine usato per descrivere questa situazione ("stress") venne mutuato dalla fisica (indicava lo sforzo o la tensione a cui era sottoposto un materiale), Selye lo impiegò per indicare la "risposta non specifica dell'organismo a uno stimolo negativo", noto anche come "stressor". Nacque così la disciplina fisiologica dello stress.

A lui si deve la scoperta di come il sistema corporeo Ipotalamo - Pituitaria - Surrenali venga coinvolto dai fattori stressanti.

HANS BERGER (1873-1941) 

Berger operò in molti ambiti di ricerca: neurologia, circolazione cerebrale, psicologia. Il suo principale contributo alla medicina è stata la ricerca sull'attività elettrica del cervello e la scoperta dell'EEG. La prima registrazione delle onde cerebrali umane, effettuata da Berger, è avvenuta attraverso uno strumento da lui stesso chiamato elettroencefalografo, che riportava una rappresentazione grafica, l'elettroencefalogramma. 

Utilizzando l'EEG è stato anche il primo a descrivere le diverse onde presenti nel cervello, come le onde alpha (7,812-13,28 Hz), note anche come "onde Berger", oscillazioni di forma sinusoidale, della frequenza media di 10 Hz al secondo e del potenziale di circa 50 µV, osservabili in stato di riposo e nelle fasi normali. Ha anche studiato e descritto per la prima volta le alterazioni dell'EEG in malattie cerebrali come l'epilessia.

ROGER WOLCOTT SPERRY (1913-1994) 

Fu un neuropsicologo e neurobiologo fra i maggiori del Novecento, Premio Nobel per la medicina nel 1981 insieme a David Hunter Hubel e Torsten Nils Wiesel per le sue scoperte sulla specializzazione emisferica delle funzioni cognitive indagate in soggetti "split-brain", ovvero con rescissione del corpo calloso tale che i due emisferi cerebrali non comunicano più tra loro (cervello diviso). Nel lavoro che lo condusse al premio Nobel, Sperry e i suoi colleghi sottoposero questi pazienti operati di callosotomia a test neuropsicologici atti a indagare le singole funzioni degli emisferi cerebrali e scoprirono, diversamente da quanto era opinione comune, che ogni lato del cervello non solo presiede a specifiche funzioni, ma è dotato di una sua coscienza.

MAXWELL MALTZ (1899-1975) 

Chirurgo estetico e creatore del termine Psico-Cibernetica e dell'omonimo libro. Il suo lavoro gli permise di notare l'enorme valore dell'Autoimmagine in relazione alla stima di se stessi. Il vero cambiamento non è estetico o esteriore ma necessariamente passa attraverso una rivalutazione interna che l'individuo deve consapevolmente attuare. Durante la sua carriera di chirurgo plastico si accorge che una parte delle persone che andavano da lui per migliorare il proprio aspetto fisico, attraverso il bisturi, in realtà ad operazione avvenuta, non si vedono più belli allo specchio. Incomincia quindi, dopo anni di esperienza sul campo, a sviluppare l’idea di spostare il fulcro del problema dal trattamento delle "cicatrici esterne" alle "cicatrici interne" dopo aver osservato che l'infelicità e le insicurezze di tanti pazienti non erano curate, come avevano creduto quando avrebbe dato loro le nuove facce perfette, che desideravano.

ROBERTO ASSAGIOLI (1888-1974) 

Psichiatra e teosofo, fondatore della Psicosintesi, può essere considerato una delle menti più eclettiche e libere della psicologia italiana. Già dal 1914 si distacca dal pensiero freudiano, ritenendolo limitato e costrittivo della psiche umana e rivolge sempre maggior interesse alla costruzione di un suo orientamento teorico e pratico, autoformativo e terapeutico, definito Psicosintesi, in cui all'aspetto analitico affianca la dimensione sintetica dei processi dinamici della mente e sviluppa interessi per la dimensione spirtuale, da lui definita trascendente, della mente umana.

JOSÉ SILVA (1914-1999) 

fu un ricercatore autodidatta le cui scoperte nel campo dell’arte della guarigione non furono mai sottoposte alle limitazioni delle pratiche convenzionali della ricerca scientifica. Le sue indagini lo portarono a scoperte che oggi sono state confermate dalle sperimentazioni in laboratorio. Il libro Guarisci Te Stesso rappresenta il risultato più eclatante della sua ricerca nel campo della guarigione e del mantenimento di un eccellente stato di salute. Si interessò anche di parapsicologia e ipnosi. Creatore del THE SILVA METHOD e del THE SILVA ULTRAMIND ESP SYSTEM. Lo scopo di questi seminari è aiutare le persone ad incrementare il loro Q.I. e i poteri extrasensoriali con particolare enfasi sulle possibilità di autoguarigione. Contribuì a diffondere e a far conoscere in tutto il mondo quanto grande è il potere interno che ogni uomo possiede e come possa essere attivato con semplici tecniche mentali.

ALEXANDER EVERETT (1921-2005) 

E' stato un consulente britannico per l'auto-miglioramento e lo sviluppo personale. È stato il fondatore della società Mind Dynamics e autore dei libri motivazionali The Genius Within You e Inward Bound. I corsi e gli insegnamenti di Everett hanno avuto un'influenza sul movimento del potenziale umano. Nel 1962 Everett si trasferì negli Stati Uniti, stabilendosi dapprima in Kansas, dove inizialmente intendeva diventare un ministro della Unity School of Christianity. Ha lavorato per la Chiesa dell'Unità per un breve periodo a Kansas City. Lì incontrò José Silva, fondatore della Silva Mind Control, e ha iniziò a studiare tecniche di controllo mentale, autoipnosi e meditazione.
Everett utilizzò le tecniche apprese nella metodologia Mind Control di José Silva, così come i concetti di Edgar Cayce (1877-1945), per formare il corso Mind Dynamics nel 1968. Jess Stearn scrisse un libro, The Power of Alpha Thinking (1969), su Everett e il suo corso di Mind Dynamics.
Gli studenti di Mind Dynamics includevano il Dr. O. Carl Simonton del Simonton Cancer Center.
Mind Dynamics si è rivelato un precursore di altri gruppi che utilizzavano tecniche simili. 

In Italia il suo metodo è conosciuto come Dinamica Mentale.

MASARU EMOTO (1943 - 2014) 

Ricercatore sugli effetti delle vibrazioni provenienti dal pensiero umano, musica o semplici biglietti scritti, hanno sull'acqua prima di essere congelata e poi esaminata con il microscopio elettronico. 

Le formazioni cristalline appaiono armoniche e simmetriche o caotiche e irregolari a seconda delle caratteristiche positive o negative delle vibrazioni inviate.

CLEVE BACKSTER (1924 - 2013) 

Esperto nell'uso del poligrafo e famoso per i suoi esperimenti e rilevamenti di bio-comunicazione con piante e cellule animali e umane. Creatore della teoria della "Percezione Primaria", derivante dai suoi esperimenti iniziati negli anni 60 dello scorso secolo (1900), sul fatto che le piante collegate ad un poligrafo, davano prova di percezione alle intenzioni umane espresse nei loro confronti. Ulteriori esperimenti dimostrarono che le piante percepivano anche pensieri ed emozioni umane, e tutto questo sempre registrato tramite un poligrafo (macchina della verità).

SEMYON DAVIDOVICH KIRLIAN (1898–1978) 

Ricercatore e inventore Russo, assieme a sua moglie Valentina Khrisanovna Kirliana (m. 1972), insegnante e giornalista, scoprì e sviluppo la FOTOGRAFIA KIRLIAN. Kirlian nacque in Yekaterinodar, ora Krasnodar, Russia da discendenti armeni. Egli possedeva un innato interesse e una naturale attitudine riguardo il lavoro con l’elettricità. Prima della Rivoluzione Russa del 1917, Kirlian partecipò ad una conferenza tenuta nella sua città natale, in cui il celebre NiKola Tesla dava spiegazioni e dimostrazioni riguardo a certi usi dell'elettricità. Tesla fu un antesignano del famoso effetto corona visibile nelle foto Kirlian.

Stampa Stampa | Mappa del sito Consiglia questa pagina Consiglia questa pagina
© Valter Bredeon Seminars - Partita IVA: 02172750305